Logo geo.env
Chi siamo - Contatti - Prodotti e Marchi - Condizioni di vendita - Referenze - Home
- Ambiente
- Cartografia e Topografia
- Edilizia
- Escursionismo
- Geologia
- Geotecnica
- Idrogeologia
- Misurazioni forestali
- Sicurezza
- Software
- Geologia e Turismo
- Yellow Web Pages
- Web Resources
- Convegni e Corsi
- Lezioni di Geologia
- Pubblicità su Geo.Env
 
bottone

USA National Parks
La Devils Tower
Il Meteor Crater
Gli animali dei parchi
Il Tombstone Park
Banff National Park
Icefield Parkway
Jasper National Park
Monument Valley
The Chimney Rock

Monument Geologia e turismo -> USA e Canada -> USA N.P. -> Petrified Forest
barra blu

PARCO NAZIONALE DELLA FORESTA PIERTIIFICATA PETRIFIED FOREST NATIONAL PARK Painted Desert

ARIZONA - Istituito il 9 Dicembre 1962 - Superficie 93.533 acri - 37.413 ettari circa

Il Parco Nazionale della foresta pietrificata si estende nell'Arizona centro-orientale, al limitare della vasta regione caratterizzata dai Canyons dell'Altopiano del Colorado. Esso rappresenta una zona di grande interesse sia sotto il profilo paesaggistico-geologico per via dei fenomeni erosivi delle Mesas e per le formazioni stratificate rinvenibili nei rilievi del deserto dipinto - painted desert - , sia sotto il profilo prettamente paleontologoico, con le testimonianze fossili di piante ed alberi risalenti al periodo triassico a cui si sono aggiunti i rinvenilenti, a partire dall'inizio degli anni '80, di fossili animali quali pesci e rettili di grandi dimensioni. Nella parte meridionale del territorio del parco abbondano i fossili visitabili comodamente grazie a percorsi attrezzati. I tronchi e spezzoni di tronchi disseminati sul terreno documentano le varie fasi della fossilizzazione del legno ossia della sostituzione della sostanza organica da parte della silice e della successiva cristallizzazione di questa in quarzo. Procedendo verso nord, si entra nella zona dei rilievi erosi e dei tavolati desertici, il già citato deserto dipinto. Qui il territorio assume un aspetto assai tormentato in virtù dell'azione degli agenti atmosferici che, asportando materiale dai rilievi, creano solchi e incisioni di varie dimensioni per poi abbandonare i detriti più a valle, dando luogo a vasti depositi e a conoidi di deiezione.


Degne di nota, anche per l'effetto che creano, sono le grandi stratificazioni colorate delle collline che costituiscono una documentazione sul processo di accumulo dei sedimenti: elaborazioni blu-viola indicano la presenza di materiale di origine organica; colorazioni arancio-rosse rivelano quantità più o meno forti di ossidi di ferro. Per inciso, il fenomeno dei deserti dipinti si presenta anche in altre zone degli Stati Uniti occidentali, sempe nell'ambito dell'altopiano del Colorado.

INFORMAZIONI UTILI:

Il Parco Nazionale della Foresta pietrificata è facilmente raggiungibile percorrendo l'autostrada I-40 che ne lambisce i confini settentrionali. Giungendo da Ovest la via più comoda è uscire a Holbrook ed imboccare la U.S. 180. Dopo una trentina di chilometri si raggiunge l'ingresso Sud del Parco. Per chi arriva da Est, vi è un'apposita uscita sulla già citata autostrada che conduce direttamente all'ingresso Nord e dove si trovano alcuni servizi logistici.
 
1996-2022© https://www.geoenv.it - P.IVA 02212841205 - Camera di Commercio di Bologna