Logo geo.env
Chi siamo - Contatti - Prodotti e Marchi - Condizioni di vendita - Referenze - Home
- Ambiente
- Cartografia e Topografia
- Edilizia
- Escursionismo
- Geologia
- Geotecnica
- Libri
- Misurazioni forestali
- Sicurezza
- Software
- Geologia e Turismo
- Yellow Web Pages
- Web Resources
- Convegni e Corsi
- Lezioni di Geologia
- Pubblicità su Geo.Env
 
bottone

USA National Parks
La Devils Tower
Il Meteor Crater
Gli animali dei parchi
Il Tombstone Park
Monument Valley
The Chimney Rock

Monument Geologia e turismo -> USA e Canada -> Monument Valley Navajo Reserve
barra blu

The Monument Valley Navajo Reserve


Foto di Federica Elmi - 2001 - I bastioni all'alba e durante il giorno tra cui Mitten Buttes e Merrick Buttes - le guglie dette "Three sisters"


La Monument Valley, uno dei posti più iconici degli Stati Uniti d'America, patrimonio della nostra memoria collettiva in quanto indossolubilmente legato all'epopea del cinema Western da John Ford a Sergio Leone (che qui ha girato alcune scene di "C'era una volta il west"), questa suggestiva riserva indiana Navajo si estende per circa 370 chilometri quadrati tra gli Stati dell'Arizona e dello Utah. Si tratta di un vasto pianoro di origine fluviale (Colorado Plateau) caratterizzato da imponenti guglie rocciose e bastioni prevalentemente di arenaria color rosso (per la presenza di ossido di ferro), detti geologicamente "testimoni di erosione". I bastioni sono caratterizzati da sommità piatte e alla loro base si accumulano detriti di pietrisco e sabbia.

Un po' di geologia...

L'intera area del parco era anticamente un bacino di pianura. Per milioni di anni, detriti di erosione delle Montagne Rocciose, portati dal vento e dall'acqua, si sono qui depositati strato dopo strato e, cementandosi, hanno causato un lento ma costante innalzamento dell'area stessa in modo pressoché uniforme. Il bacino, si stava trasformando in un plateau.
Nei successivi 50 milioni di anni, la forza erosiva di vento e acqua, la stessa che lo aveva creato portando materiale dalle catene montuose adiacenti, ha tagliato, dilavato e sfogliato la superficie del plateau creando così le meravogliose forme che oggi possiamo ammirare.
Al contrario di quanto accade nel Grand Canyon (Arizona) dove la conformazione geologica prevalente rimane il plateau rispetto alla profonda incisione creata dal fiume Colorado con la sua forza erosiva, nella Monument Valley, predomina la zona erosa da cui si ergono i bastioni, ultime rimanenze dell'antico altopiano.


Il parco tribale

La Monument Valley non fa parte del NPS, ossia il National Park Service gestito dal dipartimento degli Interni degli Stati Uniti. Si tratta, infatti, di una riserva indiana Navajo (Tribal Park), gestita direttamente dai nativi della area che vivono ancora qui. L'ingresso è a pagamento. La strada che porta nel cuore della Monument, la Highway 163, segue un percorso rettilineo ed, essendo leggermente in discesa, dà al viaggiatore che la percorre l'impressione di "calarsi" letteralmente nel cuore dell'immensa mesa.

E' possibile addentrarsi tra i monoliti con la propria auto grazie ad una strada sterrata (Scenic Valley Drive) lunga circa 30 km. Non è necessario dotarsi di un 4x4, tuttavia, per le improvvise piogge torrenziali tipiche della zona, alcuni tratti della suddetta strada, potrebbero allagarsi nel giro di pochi minuti. Il nostro consiglio è comunque ed assolutamente quello di fare questo percorso per calarvi in un mondo di suggestioni e per ammirare da vicino questi bastioni che letteralmente si accendono e si spengono a seconda della luce dell'alba, del giorno e del tramonto.
Se non volete visitare da soli la Riserva, potete farvi accompagnare da una guida in Jeep o a cavallo (escursioni a pagamento prenotabili presso il Visitor Centre).

Fino al 2009, presso il Visitor Centre, si trovava l'unico campeggio della riserva. Molto spartano e non proprio ad impatto ambientale zero (piazzole di cemento sormontate da tettoie in alluminio), dava però a chi pernottava qui in tenda, la magnifica possibilità di ammirare il famosissimo panorama dei Mitten Buttes e Merrick Buttes da una posizione unica, al sorgere del sole. Nel 2009, il campeggio è stato smantellato e, al suo posto, è stato costruito un discusso e costoso motel (View Motel).

Come arrivare

Il Parco Tribale della Monument Valley si trova nell'estrema porzione nord orientale dell'Arizona, al confine con lo Stato dello Utah. La via di comunicazione principale è la US163.
La principale località di appoggio nelle vicinanze è Kayenta.
1996-2020© https://www.geoenv.it - P.IVA 02212841205 - Camera di Commercio di Bologna