Logo geo.env
Chi siamo - Contatti - Prodotti e Marchi - Condizioni di vendita - Referenze - Home
- Ambiente
- Cartografia e Topografia
- Edilizia
- Escursionismo
- Geologia
- Geotecnica
- Idrogeologia
- Misurazioni forestali
- Sicurezza
- Software
- Geologia e Turismo
- Yellow Web Pages
- Web Resources
- Convegni e Corsi
- Lezioni di Geologia
- Pubblicità su Geo.Env
 
bottone

USA National Parks
La Devils Tower
Il Meteor Crater
Gli animali dei parchi
Il Tombstone Park
Banff National Park
Icefield Parkway
Jasper National Park
Monument Valley
The Chimney Rock

Monument Geologia e turismo -> USA e Canada -> USA N.P. -> Death
barra blu

PARCO NAZIONALE DELLA VALLE DELLA MORTE DEATH VALLEY NATIONAL PARK


Foto 1 Il cartello indica il "Bad Water Basin" -84 metri foto by F.Elmi 2001

CALIFORNIA Istituito il 31 ottobre 1994 Superficie 3,4 milioni di acri

E' certamente questa una delle regioni più affascinanti degli Stati Uniti occidentali che compendia i molteplici aspetti e caratteristiche morfologiche degli sterminati ambienti desertici tipici di queste zone.
Istituito inizialmente nel 1933 con lo status di National Monument e promosso a Parco Nazionale nel 1994 in concomitanza con un notevole ampliamento dei confini, il territorio della Valle della Morte si presenta come una delle più estese aree protette americane.
Si tratta essenzialmente di una vasta depressione o "graben" di forma allungata ed orientata in direzione nord ovest-sud est e circondata da alte e dirupate montagne: il paesaggio è caratterizzato da un'aridità totale. Alcuni punti della vallata si trovano al di sotto del livello marino giungendo alla quota minima di -84 metri nel bacino di Badwater (vedi foto 1) lungo il versante orientale e costituendo così il luogo più basso del Nord America.
Gran parte della Death Valley è occupata da un antico lago che, a causa dell'altissima siccità e delle variazioni nell'apporto di acque, si prosciugò lasciando grandi distese di sale; queste assumono sovente l'aspetto di accidentati campi increspati da una miriade di pinnacoli di sale come il "Devil golf course" (letteralmente "Campo di golf del diavolo"). (vedi foto 2)


Foto 2 Devil Golf Course

Foto 3 Dante's View

INFORMAZIONI UTILI

Il Parco Nazionale della Valle della Morte si estende nella California sud orientale, in una regione desertica a nord del Deserto di Mohave che prosegue nel contiguo stato del Nevada. La Hwy 190 lo attraversa per buona parte del suo territorio e costituisce pertanto la via migliore per accedervi e per passare in rassegna i suoi vari aspetti.
Da quanto precedentemente esposto si evince che data l'aridità assai alta, nella D.V. è importante garantirsi scorte di acqua e benzina; si tratta infatti della regione più calda del Nord America in assoluto. Gli inverni sono miti, con occasionali burrasche, - e turisticamente parlando costituiscono l'alta stagione - mentre le estati sono estremamente calde e secche, con temperature che di frequente superano i 46°C.
Provenendo da est, l'itinerario consigliato per raggiungere la Valle della Morte si diparte dal villaggio di Amargosa Valley, situato lungo la Hwy 95 in territorio del Nevada e si dirige in direzione sud ovest toccando l'abitato di Death Valley Junction, già in California, da cui inizia la Hwy 190.
Per chi giunge da ovest, l'arteria obbligata da percorrere è la Hwy 385, con andamento nord sud; giunti in prossimità dell'abitato di Lone Pine si trova la deviazione per la già citata Hwy 190.
La direzione del parco si trova in località Furnace Creek che è anche l'unico luogo dove sia possibile usufruire dei servizi logistici essenziali (lodge, ristoranti, posta, banca). Vi sono anche alcuni campeggi ma sono chiusi nel periodo estivo a causa dell'alta temperatura.
Esiste una nutrite rete di strade sterrate che raggiungono gli angoli più sperduti della vallata dove è ancora possibile osservare, ed in taluni casi anche visitare, vecchie miniere abbandonate che testimoniano della corsa all'oro in California verso la metà del XIX secolo.
Vivamente consigliati i punti panoramici di Zabriskie Point e Dante's View (vedi foto 3), il primo, situato lungo la Hwy 190, offre una veduta sulle conformazioni più accidentate dei dirupi che scendono a valle; il secondo è raggiungibile dopo una deviazione di circa 26 chilometri dalla strada principale. E' situato a circa 1600 metri d'altezza sulle montagne circostanti e da qui lo sguardo spazia su tutto l'insieme della depressione abbracciando una buona parte del territorio del parco. Sono perfettamente riconoscibili le direzioni in file parallele delle catene montuose e ben visibili sono le bianche distese salate (simili nell'accecante luce e a causa dell'altezza ad una grande distesa di acqua!!) ed i percorsi ricchi di meandri degli antichi torrenti che vi scorrevano.

CURIOSITA'

La zona attorno ad Amargose è la famosa "Area 51" nota a tutti gli appassionati di Ufo in quanto si diceva che qui fosse atterrato un alieno tenuto poi nascosto dalle autorità americane e qui studiato da scienziati.
1996-2022© https://www.geoenv.it - P.IVA 02212841205 - Camera di Commercio di Bologna